Amanita Phalloides v. Alba

Amanita Phalloides v. Alba

Cappello
Carnoso, conico-campanulato, poi pianeggiante, infine depresso, 9-15 cm. Margine non striato. Colore variabile verdastro,bruno, biancastro, con fibrille più scure. Cuticola, separabile, viscosa con il tempo umido, sericea con il secco.
Lamelle
Fitte, bianche, talvolta con leggeri riflessi verdastri, libere al gambo
Gambo
Cilindrico, slanciato, 5-12 x 0,8-2 cm, pieno, poi farcito o cavo. Bianco con zigrinature sericee e verdastre. Bulboso alla base, volva membranosa biancastra, libera e frangiata. Anello ampio, a gonnellina, striato, bianco-verdastro.
Carne
Bianca o leggermente colorata sotto la cuticola del cappello. Odore quasi nullo negli esemplari giovani, fetido negli esemplari maturi. Sapore debole, dolciastro, un po' acidulo negli adulti. Con la cottura l'odore e il sapore diventano gradevoli.
Habitat
In boschi di latifoglie o misti, in particolare sotto le querce, i carpini. i castagni e i noccioli: rara sotto le conifere (in estate e in autunno).
Simili
Amanite vaginata, Amanita verna, Amanita virosa, Amanita citrina, Russula virescens.
Si può confondere con le Amanite Vaginata,Verna,Virosa, Citrina, Gemmata, con le Russule Virescens, Terophylla, Aerugine, con la Volvaria Speciosa. L'intossicazione da Amanita phalloides porta, nel 98% dei casi, alla morte.

Velenoso mortale

Velenoso mortale

Indietro