Amanita Junquillea

Amanita Junquillea

Cappello
Non troppo carnoso, convesso, poi disteso, 3-11 cm. Corte striature al margine colore variabile dal crema al giallo dorato che sbiadisce con l'etą, verruche cotonose bianche che talvolta spariscono del tutto. Cuticola viscosa con il tempo umido.
Lamelle
Fitte, bianche, ad orlo frangiato. Sublibere o attenuate verso il gambo.
Gambo
Bianco, corto, quasi cilindrico, 6-15 x 1-3 cm, base di forma molto varia e bulbosa, ricoperta talvolta da una volva aderente circoncisa che si rompe in anelli circolari, oppure quasi nuda. con residui fioccolosi o fibrillosi. Anello bianco caduco.
Carne
Bianca, tenera. Senza odore e sapore particolari.
Habitat
Soprattutto in boschi di latifoglie, in luoghi freschi e ricchi di humus, su terreni acidi (dalla primavera all'autunno).
Simili
Amanita panterina, Amanita citrina, Amanita eliae.
Nel primo stadio di sviluppo si presenta interamente ricoperta dalla volva friabile (velo generale), con bulbo pił grosso del cappello. Buona se cotta, sconsigliabile se cruda.

Commestibile dopo cottura

Commestibile dopo cottura

Indietro